Modalità per le richieste cartografiche

1. Cartografia

A partire dal 1986 l'I.G.M. ha articolato la propria produzione cartografica in "serie" corrispondenti alle varie scale e contraddistinte da una copertina colorata che le caratterizza:

  • scala 1 : 25.000 serie 25 : azzurro;
  • scala 1 : 50.000 serie 50 : arancio;
  • scala 1 : 100.000 serie 100 : bistro;
  • scala 1 : 250.000 serie 250 : grigio;
  • scala 1 : 500.000 serie 500 : viola;
  • scala 1 : 1.000.000 serie 1000 : rosso.

Nell'ambito di ciascuna serie possono esservi tipologie cartografiche diverse. Alcune di queste tipologie sono state contraddistinte da una lettera:

  • "L" per cartografia con limiti amministrativi evidenziati in viola;
  • "G" per cartografia contenente informazioni aeronautiche;
  • "S" per cartografia elaborata da immagini da satellite.
  • "V" per cartografia vecchio taglio tuttora ristampata e posta in vendita. Si hanno così la serie 25V e 100V relative alle scale 1:25 000 e 1:100 000.

Con la sigla DB sono identificate le nuove serie cartografiche , allestite per vestizione grafica del relativo database. Per la serie 50DB la sigla DB indica che la cartografia deriva dal DB 25 (database). L'utente nella richiesta di cartografia dovrà specificare:

- la serie
- il numero distintivo
- il titolo
- il numero di copie

i suddetti elementi si desumono dal quadro di unione.

Per la carta topografica d'Italia serie 25/V, la designazione dlle tavolette si effettua specificando:

- la serie
- il numero arabo del foglio alla scala 1: 100.000;
- il numero romano del quadrante scritto al centro di ogni gruppo di quattro tavolette
- l'orientamento della tavoletta scritto a margine
- il titolo della tavoletta scritto al centro.

Per la carta topografica d'Italia serie 25, la designazione della sezione si effettua specificando:

- la serie
- il numero arabo del foglio alla scala 1:50 000 scritto al centro di ogni foglio in neretto
- il numero romano della sezione scritto ad un angolo della stessa
- il titolo della sezione scritto al centro

Per la carta topografica d'Italia serie 50 e 50/L, la designazione del foglio si effettua specificando:

- la serie (50 o 50/L)
- il numero del foglio scritto al centro
- il titolo del foglio scritto a margine in magenta

Per la carta topografica d'Italia serie 100V e 100L, la designazione si effettua specificando:

- la serie (100V o 100L); per la carta serie 100V, precisare l'edizione desiderata (con sfumo e curve di livello o sole curve di livello)
- il numero del foglio scritto al centro
- il titolo del foglio scritto al centro

2. Dati cartografici numerici

I dati cartografici numerici vanno richiesti, desumendo gli elementi necessari ad identificare i prodotti desiderati tra quelli standard elencati nella produzione dell'I.G.M..
Per quelli relativi ai soli dati orografici e idrografici va citata non solo la serie relativa (serie 25/V, serie 50 e serie 100/V), ma anche il numero distintivo ed il titolo dell'elemento cartografico cui si riferiscono. Tali dati vanno individuati nei rispettivi quadri d'unione.
Per i dati numerici relativi ai limiti amministrativi va citata la regione interessata, in quanto sono ceduti per Regione amministrativa. Nel richiedere i dati numerici il Committente deve specificamente motivare la richiesta e finalizzare l'impiego dei dati. Inoltre deve impegnarsi a non utilizzare i dati per scopi diversi da quelli menzionati nella richiesta, non cederli a terzi nè in forma numerica nè in forma grafica. Nel caso che il Committente intenda produrre dai dati ceduti dall'I.G.M. un qualsiasi elaborato deve richiederne preventiva e specifica autorizzazione.

3. Plastici in resina vinilica

Valgono le stesse norme di designazione della cartografia. Si deve tener presente che sono disponibili i plastici relativi ai fogli contrassegnati nei quadri d'unione delle serie 50, serie 100/V, serie 200/V, e serie 250, quello della carta d'Italia alla scala 1 : 1.250.000 e quelli di "Firenze e dintorni" e della "Cartografia per la montagna".

4. Immagini da aereo.

Nel richiedere le fotografie aeree e le immagini digitali multispettrali il Committente deve motivare la richiesta e, nel caso intenda divulgarle o pubblicarle, deve chiedere anche la concessione dell'autorizzazione alla riproduzione.
Inoltre deve delimitare la zona di interesse preferibilmente su cartografia I.G.M. o su lucido ad essa sovrapponibile o su altra cartografia; indicare il tipo di copertura (semplice o stereoscopica), se trattasi di fotogrammi (cm 23 x 23) (copie a contatto) oppure il formato (cm 50 x 60 o cm 100 x 100), se trattasi di ingrandimenti totali o parziali; specificare il tipo di riproduzione (copia su carta o su pellicola) e l'epoca della ripresa, quando nota.
Poiché per alcune zone sono disponibili, oltre alle immagini derivanti da riprese aerofotografiche con materiale pancromatico bianco/nero, anche quelle realizzate con materiale all'infrarosso falso colore, è necessario indicare il tipo di ripresa desiderata.
Si fa presente che le fotografie aeree richieste non sono immediatamente disponibili e che saranno spedite per posta o per corriere, con tassa di spedizione a carico del destinatario, oppure consegnate a mano nei tempi di consegna indicati nel preventivo.
Le immagini digitali multispettrali possono essere fornite in formato digitale in CCT o in formato analogico su carta, pellicola o diapositiva.
A richiesta possono essere realizzate elaborazioni geometriche di sistema e/o radiometriche.

L'acquisizione dei dati digitali dà diritto al solo uso per gli scopi dichiarati. I dati non possono essere ceduti a terzi nè nella forma originaria nè opportunamente rielaborati senza l'autorizzazione dell'I.G.M.

5. Elementi geodetici

I vertici trigonometrici, i punti GPS ed i caposaldi di livellazione devono essere indicati dal Committente, che ne fa richiesta motivata, o circoscrivendo la zona interessata su cartografia I.G.M. o su lucido ad essa sovrapponibile, oppure fornendo le indicazioni ritenute necessarie per una migliore localizzazione, quali:

  • il foglio della carta d'Italia serie 100/V in cui sono ubicati;
  • il toponimo del punto richiesto;
  • il Comune e la Provincia in cui il punto geodetico è ubicato.

Per richiedere gli altri elementi geodetici è sufficiente descrivere accuratamente la prestazione desiderata. Gli elementi geodetici possono essere trasmessi anche via faxsimile, a richiesta del committente, con addebito della relativa spesa telefonica.

6. Pubblicazioni

L'utente nella richiesta di numeri singoli , anche arretrati, dei periodici "Bollettino di Geodesia e Scienze Affini" e "L'Universo" deve specificare:
- il numero;
- l'anno di pubblicazione;

Nel caso di richiesta di testi tecnici o divulgativi deve essere specificato:
- il titolo del testo;
- l'autore;

L'abbonamento alle riviste periodiche si attiva mediante versamento del dovuto sul ccp. n. 315507, intestato a

Istituto Geografico Militare
Via Cesare Battisti 10 - 50122 Firenze

specificando:

- il benificiario dell'abbonamento; il recapito presso il quale recapitare la rivista;

ed inviando copia dell'attestazione del versamento a
Istituto Geografico Militare
Servizio Finanziario e Commerciale
Viale Strozzi, 10 - 50122 Firenze

L'abbonamento ha la validità di un anno solare ed è comprensivo di spese di spedizione. La spedizione all'estero può essere effettuata anche per via aerea previo pagamento di un sovraprezzo.

7. Varie

Nel richiedere le stampe e carte antiche oltre il numero di copie desiderato va indicato anche il titolo dedotto dall'elenco. Per le scale graduate ed i bersagli ed i piani quadrettati vedasi Listino prezzi.

8. Riproduzioni di cartografia, pubblicazioni della Biblioteca e tipi cartografici

Le riproduzioni vanno richieste desumendo gli elementi necessari ad identificare i prodotti desiderati tra quelli standard elencati nel listino prezzi

Le richieste vanno indirizzate a:

         Istituto Geografico Militare
         Direzione Amministrativa 
         Sezione Conto Terzi
         Viale Strozzi 10 - 50100 Firenze

9. Altre prestazioni

Nel caso di richieste per prestazioni diverse da quelle sopra elencate, l'I.G.M., esaminata la possibilità di aderire alle stesse, farà conoscere all'utente le sue decisioni e, in caso affermativo, il preventivo di spesa.