Il Museo Strumenti dell'Istituto Geografico Militare

La storia

Il nucleo iniziale della preziosa raccolta di strumenti custodita dall'Istituto Geografico Militare è nato dalla riunione della strumentazione esistente prima del 1861 presso gli enti topografici dei vari Stati preunitari, in particolare quelli del Regno delle Due Sicilie e del Regno di Sardegna. Si tratta soprattutto di strumenti francesi, inglesi e tedeschi, legati ai nomi dei più famosi costruttori attivi dalla metà del XVIII secolo. In seguito, con la costituzione dell'Istituto, la collezione si è arricchita, spesso con strumenti progettati da personale interno e costruiti presso l'officina meccanica dell'Istituto stesso. Ancora oggi, il Museo si arricchisce di tutta la strumentistica dei settori di interesse,  man mano che la stessa diventa tecnologicamente superata: sono in attesa di musealizzazione gli strumenti dal 1950 ad oggi. La peculiarità e l'interesse dei reperti conservati sono testimoniate anche dalle numerose richieste di prestiti che vengono inviate  all'Istituto per esporre globi, teodoliti, cannocchiali, bussole, sestanti, cerchi ripetitori, ecc. in mostre di vario genere, sia in Italia che all'estero. Le collezioni degli strumenti di interesse storico: campioni di unità di misura di lunghezza; strumenti comparatori; cannocchiali; microscopi; pendoli gravimetrici; barometri; tavolette pretoriane; bussole; livelli; diottre; telemetri; planimetri, camere lucide, compassi; strumenti di fotogrammetria, Paganini, Santoni. Cataloghi. Degli strumenti conservati nel Museo esiste un catalogo pubblicato nel 1922 con aggiornamento del 1941, ormai introvabili. Degli attuali 376 reperti, per ora solo 300 sono stati inventariati e catalogati (in parte su schede, in parte su supporto informatico). Verrà quanto prima iniziato un completamento e rifacimento del catalogo interamente informatizzato.

Tipologia:

Collezioni di strumenti di geodesia, astronomia, topografia e fisica. Area disciplinare tecnico-scientifica. Numero dei reperti custoditi: 39. Visite guidate per gruppi autorizzati dal Comando dell'I.G.M.


Orari :previa autorizzazione nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00.
Indirizzo: via C. Battisti, 10, 50122 FIRENZE (IT) Tel. 055 27 32 303 - Fax. 055 28 21 72


Alcuni strumenti custoditi nel Museo

Elenco degli strumenti