Convento della SS. Annunziata

Disegno della S.S.Annunziata

Il convento della SS. Annunziata trae le sue origini dalla fondazione, nel 1234, dell'Ordine dei Servi di Maria ad opera di sette ricchi fiorentini ritiratisi in preghiera su Monte Senario, i quali nel 1250, nella zona fuori le mura vollero costruire una chiesa, dedicata appunto alla SS. Annunziata.A lato di questa sorse il primo nucleo del convento, che nel corso dei due secoli successivi si ingrandì sempre di più con la costruzione di chiostri, refettori, dormitori ecc., fino a giungere alla completa ristrutturazione del complesso operata da Michelozzo nella seconda metà del Quattrocento. In seguito, la SS. Annunziata continuò ad arricchirsi di articolazioni sempre maggiori, essendosi affermata come uno dei principali centri di culto fiorentini, protetto dalle principali famiglie della città e particolarmente dai Medici. Il convento, la cui comunità fu dispersa durante il periodo napoleonico, fu ripristinato nel 1816, per essere di nuovo soppresso quando, con Firenze capitale, fu necessario reperire strutture capaci di ospitare gli uffici dell'amministrazione del Regno d'Italia. Conservò tuttavia le funzioni di chiesa parrocchiale che mantiene tuttora.